il RIPI-V® (RIequilibratore Permanente ad Infrarossi ad ingresso Visivo) nei DISTURBI della binocularita’ legati all’ipoconvergenza oculare prossimale.

(STUDIO SPERIMENTALE SU 100 PAZIENTI).

ABSTRACT Lo studio riguardava l’applicazione su 100 Pazienti (46 con ipoconvergenza prossimale di inseguimento, privi di stereopsi alla prima visita e 54 scelti a random tra gli afferenti al mio studio) di un particolare materiale ceramico a mescola gommosa o stampato su cotone , riflettente nel range del lontano infrarosso (denominato RIPI®, Riequilibratore Posturale ad Infrarossi) posizionato in prossimità dell’angolo esterno dell’occhio ipoconvergente o mediante un cerotto o sulla faccia interna dell’asta dell’occhiale.  Il lavoro aveva come obiettivo il trattamento dell’ipoconvergenza oculare con le sue conseguenze ‘strutturali’ sulla colonna cervico-dorsale (bascula del cingolo scapolare, laterocolia e limitazione rotazione del collo) e ‘funzionali’ sulla performance visiva binoculare. Lo studio valutava, oltre la convergenza prossimale sec Bernard Bricot, sia i segni ‘strutturali’ che il deficit di stereopsi, valutato mediante il TNO TEST FOR STEREOSCOPIC VISION® favorito al ‘classico’ LANG TEST in quanto il secondo ha una sensibilità massima di 200 sec d’arco e quindi sottostima l’assenza di stereopsi. I risultati hanno superato le attese in quanto circa l’80% dei Pz privi di stereopsi l’hanno riacquistata e di questi addirittura il 13 % è arrivato a 15 sec d’arco corrispondenti ad una stereopsi perfetta. Tutti i Pazienti del gruppo di controllo sono migliorati per quanto riguarda la stereopsi.Il 90% dei Pazienti non ha avuto più necessità di portare il RIPI-V® mentre nel 10% dei casi si ripresentava l’ipoconvergenza se si toglieva il RIPI-V®: tutti questi avevano un focolaio irritativo occlusale trigeminale omolaterale (morso crociato, mancanza di dente/i, altra malocclusione) o in un caso il ragazzo aveva l’apparecchio ortodontico. Tutti i Pazienti erano stati visitati dal dentista. Un solo Pz ha riferito cefalea transitoria che non ha comportato l’interruzione della cura, nessun Paziente ha riferito reazioni da contatto e nessun Paziente ha interrotto il trattamento. L’uso del materiale risulterebbe indicato anche i n ambito preventivo per consentire la fisiologica dinamica della muscolatura extraoculare nei casi di affaticamento (STUDENTI o permanenza prolungata davanti a pc) o in corso di trattamento ortodontico. Particolare importanza nello sportivo nei confronti del quale favorisce la massima performance visiva.
DISCUSSIONE
Lo studio conferma l’ipotesi formulata sull’uso del RIPI-V ® (Riequilibratore Posturale ad Infrarossi ad ingresso Visivo) e quindi apre nuovi scenari sia in campo del trattamento ma soprattutto in quello della PREVENZIONE.
In particolare:
– Il RIPI-V ® previene le conseguenze della tensione della muscolatura extraoculare (sensoriali e muscolo-scheletriche) favorendone la fisiologica performance nella vita quotidiana e nello sportivo
– Il RIPI-V ® migliora la stereopsi- Il deficit di stereopsi non dipende esclusivamente dall’ipoconvergenza ma senza dubbio questa contribuisce in modo determinante
– Il RIPI-V ® non peggiora le capacità visive- Il RIPI-V ® è privo di effetti collaterali
– Il RIPI-V ® è privo di controindicazioni- Il RIPI-V ® è non necessità di particolari ginnastiche- Il RIPI-V ® è facilmente applicabile alle componenti dell’occhiale
– Il RIPI-V ® , per la sua azione sul rilassamento muscolare, senza dubbio ci costringe a valutarne l’impiego in patologie come lo STRABISMO per le quali fino ad ora esisteva esclusivamente l’opzione chirurgica e spesso esclusivamente con finalità estetiche e non funzonali (il Paziente era e rimaneva senza stereopsi)-
Indipendentemente dall’azione sulla componente ‘sensoriale/visiva’ dell’occhio il RIPI-V® migliora la performance della colonna cervico dorsale risolvendo la bascula/torsione (spiegherò più avanti).
– Il RIPI-V ® , risolvendo la laterocolia, risolve anche le problematiche odontoiatriche connesse ad una alterazione della dinamica mandibolare dovuta appunto all’inclinazione laterale del capo che produce una compressione delle articolazioni temporo-mandibolari omolateralmente e uno stiramento controlateralmente.
– S.E.Salteri Venezia 26-27 aprile 2013, 2nd International Congress of Stabilometry & Posturology: ” Il RIPI-V: innovazione per la prevenzione e il trattamento delle patologie della muscolatura extraoculare e dei disturbi di stereopsi mediante l’applicazione di un materiale emittente nel lontano infrarosso: Studio Sperimentale su 100 Pazienti”
-S .E. Salteri .Ottobre 2010, Ischia CIES Italia con il Patrocinio dell’Università Federico II di Napoli, Cattedra Ortodonzia. Atti del Congresso Italo-tedesco di Posturologia. Evidence Based on Posturology. Relatore: ‘ Ruolo dell’Apparato Stomatognatico nel contesto del Sistema Tonico Posturale: proposta di nuove prospettive diagnostiche e terapeutiche’ – S. Salteri: Congresso Euro-americano di Posturologia, Roma ottobre 2013